Marrakech regina dello shopping

Un itinerario inaspettato: andare di boutique in boutique nella città rossa

Marrakech ormai è diventata una destinazione prestigiosa non solo per gli hammam e le escursioni nel deserto, ma gode di popolarità anche per lo shopping. Sarà per il suo fascino antico o per la coesistenza di diverse culture, fatto sta che la città rossa, famosa per i Giardini Majorelle, il Palazzo El Bahia, la Piazza Jemaa el Fna, conta innumerevoli boutique e negozi unici al mondo, dove l’artigianato locale si alterna alle tendenze europee. C’è una lista di indirizzi imperdibili, noi ve ne segnaliamo alcuni.

Il Dar Darma, un hotel lussuoso nel cuore della Medina, oltre ad organizzare gite tra le dune e svariate attività, mette a disposizione degli ospiti un personal shopper che accompagna i clienti in un’esperienza indimenticabile, in un tripudio di profumi, colori, suoni e sapori.

Nella città ci si può spostare a piedi oppure in taxi siccome non è costosissimo. Andate a visitare il Souk, un mercato tra i più grandi al mondo e girovagate per i suoi vicoli stretti immergendovi nell’atmosfera dei bazaar fino ad arrivare a Place des Epices dove acquistare spezie. Altri souvenir da portare a casa durante questa vacanza sono vasi, stoffe, ceramiche e tappeti.

Se siete in fissa con le babbucce, l’indirizzo che fa al caso vostro è certamente Watla Aziz: morbide e cucite a mano, vi sorprenderanno gli infiniti decori che le personalizzano e le rendono uniche, il prezzo va dagli 8 ai 10 euro. Quabil è un altro indirizzo dove acquistare queste pantofole tipiche del Marocco: qui sono realizzate con scampoli di stoffa di famosi stilisti.

Da Max & Jan, etichetta fondata da Maximilien Scharl e Jan Pauwels, troverete collezioni donna e uomo piuttosto insolite in un concept store fuori dal comune: l’estetica gipsy e bohemien chic vi sorprenderà. Come vi stupirà vedere in Marocco una boutique dal sapore francese: le collezioni di Sarah Maj, giovane designer, sono apprezzate dalle turiste per la loro stravaganza e originalità; le sue proposte vanno dai motivi marocchini ed etnici alle stampe floreali, dai ricami tradizionali ai velluti e ai pizzi, con un occhio ai trend in termini di linee e volumi. I suoi abiti, che s’ispirano vagamente agli anni 70, esaltano grazia e femminilità nella donna.

Il panier in foglie di palma lo potete acquistare da Original Marrakech insieme ad altri prodotti sempre fatti a mano come cesti, cappelli personalizzabili, pouf e sgabelli. Non potevamo non parlarvi di 33 Rue Majorelle, sicuramente uno dei concept store più glamour al mondo. La selezione degli abiti, quella degli accessori e dell’oggettistica per la casa è estremamente raffinata e ricercata; da qui passano le opere di designer, creativi, artigiani e produttori locali, e passato e presente si mescola regalando momenti piacevoli a chi entra anche soltanto per dare un’occhiata. L’atmosfera è davvero piacevole e rilassata e i clienti possono accomodarsi al bar interno o visitare una delle tante mostre che vengono organizzate.

Sara Ferrarini