Ornamenti alati

Futuro Remoto propone la collezione Falene, gioielli visionari e provocatori

La collezione di gioielli, firmata Futuro Remoto, dal nome Falene, è un idea del designer Gianni De Benedittis. Gli ornamenti inusuali e provocatori sono stati presentati durante Alta Roma, venerdì 27 gennaio presso l’Università degli studi link Campus University di Roma.

I gioielli hanno sfilato insieme alla collezione Primavera/Estate firmata Gattinoni.

Il designer è innovativo, s’ispira alle piccole creature della notte, le falene. Queste specie di farfalle crepuscolari notturne, nella mitologia greca rappresentavano l’anima delle persone decedute. Nella simbologia è sinonimo di trasformazione, cambiamento e quindi rappresenta la forza del rinnovamento. Le falene sembrano popolare i sogni dei virtuosi, e divengono inaspettati ornamenti che si muovono leggiadri sul corpo della donna, stimolando l’immaginazione e il desiderio di chi li indossa. Bracciali con longilinee libellule, esili rami intrecciati con piccoli fiori e insetti, anelli farfalla, con battito d’ali che si muovono nell’aria, azionate dalle stesse dita.

Elementi floreali e di esigua fauna notturna, tutti in argento e oro, decorati con smalti di varie cromie, per una dimensione onirica, da favola, che talvolta tende al noir. Sinuosi fiori di papavero, anziché lambire le palpebre dei dormienti, pendono dal lobo di un orecchio o avvolgono le dita di una mano, mentre sinistri pipistrelli di onice fanno capolino e ornano il dorso delle mani, un inaspettato groviglio di anelli che decorano il corpo in modo inusuale. La fantasia innovativa di Gianni De Benedittis colpisce e seduce. Il giovane creativo nato a Nardò, in provincia di Lecce, come anche il brand da lui fondato, si diletta fin dalle origini a creare oggetti particolari, che partono da una ricerca che attinge nella cultura della sua terra, nella storia e nella mitologia. Non a caso Gianni è stato il vincitore del concorso ‘’Who is on Next’’ nel 2007, con la categoria gioielli con il brand Futuro Remoto. Il concorso è stato per lo stilista un trampolino di lancio, perché è passato velocemente dal piccolo mondo del laboratorio di Lecce alle passerelle dell’alta moda. Da moltissimi anni collabora con Gattinoni, e alcune collaborazioni con il cinema, ad esempio, ha realizzato dei gioielli per protagonisti del film ‘’Mine Vaganti’’, gli orecchini per Laura Morante nel film ‘’Appartamento ad Atene’’.

Il brand Futuro Remoto è da considerare come una linea commerciale non comune, ogni gioiello è come una provocazione!

Melania De Cicco