100% Real Collection

Una moda pura e genuina fatta di tradizioni e innovazioni, capace di abbattere le barriere del tempo

«Viviamo in un mondo dove nulla è più naturale al 100%: non il cibo, non i vestiti e nemmeno i sentimenti».

Con questa frase, Ksenia Schnaider non intende fare dell’ironia ma semplicemente presentare quello che è un dato di fatto! Per l’autunno/inverno 2016-2017, i coniugi Schnaider sfidano la società del consumo, frenetica e smaniosa, con una collezione pura, reale al 100% e autosufficiente: cotone e seta, materiali 100% naturali vengono tagliati e cuciti per creare capi senza contesto, che non appartengono ad un particolare periodo di tempo. Capi ampi, oversize, comodi e pratici si tingono di cromie decise: rosso, bianco, arancione, grigio e nero, usati in un’unica tinta. Nessuna contaminazione, nessuna finzione: capi creati per essere semplicemente quello che sono, per esistere, senza fronzoli né ornamenti.

La designer ucraina ha dimostrato, fin dal suo esordio nel 2011, di conoscere la tradizione sartoriale e di saperla interpretare e trasformare, combinando tagli classici e convenzionali con concetti rivoluzionari. Questo rapporto tra saper fare e innovare viene portato a un livello superiore con la nuova collezione. Camicie, felpe e t-shirt, pezzi basici e funzionali, facili da indossare, realizzati secondo i codici stilistici tradizionali si mescolano a jeans nuovi e originali: i demi-denim.

Questo curioso modo di confezionare i jeans è stato proprio introdotto da Ksenia Schnaider con la collezione primavera/estate 2016.

All’apparenza complicati, i demi-denim non sono altro che il risultato dell’assemblaggio di diverse paia di pantaloni vintage. Trovare produttori di denim sul territorio ucraino è molto difficile, se non impossibile, a causa della “guerra” che il regime sovietico ha portato avanti per anni contro il jeans americano che era visto come simbolo di libertà. È per questo motivo che la stilista acquista, al mercato, jeans Levi’s, Lee e Wrangler di seconda mano che utilizza poi come un vero e proprio tessuto: 100% taglio, 100% jeans.

I pantaloni vengono decostruiti, tagliati e uniti tra loro fino a creare un effetto di stratificazione e sovrapposizione di lavaggi.

Ma l’universo in cui i coniugi Schnaider desiderano trasportarci non è fatto di soli abiti: durante la presentazione della collezione al pop-up Store presso il Fedoriv Hub in Kiev, l’ambiente è stato “addobbato” con oggetti di ogni genere: latte di cocco, banane, spugne, carte da gioco, gel per capelli, balsamo, tutto scrupolosamente “marchiato” con adesivi che riportavano le diciture “Ksenia Schnaider” o “100%”, come ad esempio “100% Lemon Sparkling” e “100% Cocco”.

Con estrema naturalezza e senza artifici, Ksenia e Anton sono riusciti nell’intento di dare vita ad una piccola realtà autentica e incontaminata, uno spiraglio di genuinità in un mondo sleale e corrotto.

Martina Oliva