Beaches Brew 2018

Annunciati i primi nomi.

Capita di svegliarsi al mattino, guardare fuori dalla finestra e – di fronte al cielo grigio di febbraio – desiderare di essere in un posto a un’altra latitudine. 

Capita, poi, di accendere il computer e di imbattersi in una di quelle notizie che ti catapultano al sole, ti fanno sentire il rumore del mare e la sensazione del sale sulle pelle. 

Succede questo quando il Beaches Brew, nella settimana più piovosa degli ultimi sei mesi, annuncia la prima parte della line up dell’edizione 2018. 

Beaches Brew è il festival organizzato da Bronson Produzioni, che si tiene dal 2012 all’Hana-Bi di Marina di Ravenna: l’appuntamento di quest’anno è dal 5 all’8 giugno, per un’enorme festa che porta in Riviera un po’ di vibrazioni californiane. Un’indigestione di sole, mare e surf per i quattro giorni rock che le riviste di settore di tutta Europa consigliano, già dalle prime edizioni. Aggiungi che il festival è gratuito, da sempre; per sostenere l’organizzazione è possibile acquistare un braccialetto speciale o fare una donazione libera sul sito www.beachesbrew.com. 

I primi nomi annunciati fanno già venir voglia di essere là: Hailu Mergia, funk band etiope attiva dagli anni ’70; Sudan Archives, una meraviglia che ti toglie le parole dividendosi tra violino ed MPC; Khruangbin, trio texano che mescola sonorità rock mediorientali con un tocco disco e soul; The Comet Is Coming, band inglese che maneggia jazz, psichedelia e musica elettronica con un risultato potentissimo; Jlin, uno dei nuovi dei americani dell’IDM, e ancora Nadah El Shazly & Band, Flohio, Ezra Furman, LIIMA,  Mattiel, Downtown Boys, Omni, Rizan Said. 

Nei prossimi giorni la produzione di Beaches Brew annuncerà il resto della line up. Non resta che aspettare e iniziare a programmare un weekend in Riviera.

See you at the beach! 

Amalia Vergari

Beaches Brew_