Cibo e pelle sana!

La dieta vegana da seguire dopo le vacanze, per riconquistare una pelle sana, dopo l’esposizione solare.

L’alimentazione, è da sempre considerato il cosmetico migliore, si prende cura del corpo direttamente dall’interno. Basti pensare a come sia facile, mangiando determinati alimenti, avere capelli o unghie più forti. Dopo le vacanze recuperare i benefici dell’esposizione solare, è semplice, basta seguire delle regole di una dieta tutta vegana.

Ricordate il vecchio detto che recitava la salute vien mangiando? Alcuni studi e pubblicazioni scientifiche hanno confermato la relazione tra pelle sana e una corretta alimentazione, la quale combatte i radicali liberi, i processi di ossidazione e, di conseguenza dell’invecchiamento. La soluzione è contenuta nel nostro piatto, o meglio negli alimenti che scegliamo di portare in tavola. La scelta deve essere accurata, ogni sostanza che ingeriamo deve aiutare l’organismo, che durante l’estate e la prolungata esposizione al sole è affaticato dal continuo attacco dei raggi UVA e UVB, una volta rientrati in città, ci accorgiamo che i problemi aumentano, perchè sono amplificati dagli effetti nocivi degli agenti inquinanti.

Quindi che cosa fare per non vanificare gli effetti positivi dell’esposizione al sole, e riparare la pelle disidratata dai raggi ultravioletti, aiutare la secchezza delle chiome ed evitare lo sfaldarsi delle unghie?

La dottoressa Maddalena Montalbano, medico dermatologo e specialista in medicina estetica a Milano, ha dispensato una serie di consigli ad hoc, pensati soprattutto per chi vuole adottare un certo tipo di alimentazione, una dieta vegana. La prima regola da osservare, è bere circa 2 litri al giorno di acqua tutto l’anno, soprattutto in estate, per aiutare a mantenere il livello di idratazione del corpo.

Altro consiglio è quello di mangiare alimenti di origine vegetale, perché prima di utilizzare qualsiasi prodotto ed esporsi al sole, bisogna nutrirsi bene, vietato introdurre cibo poco sano. Bisogna, invece introdurre le vitamine essenziali al nostro benessere psicofisico con il cibo, ad esempio, tutta la frutta gialla, rossa e nella maggior parte delle verdure come il cavolo, il broccolo, gli spinaci, contengono vitamina A e sono ricchissimi di zeaxantina, che assorbe le radiazioni solari eccedenti e svolge una forte azione antiossidante. Mentre, il consumo giornaliero di olio di oliva o olio di germe di grano, utilizzato per condire le nostre verdure, non deve mai mancare, perché contiene elevati quantitativi di vitamina E, svolgendo poi una azione antiossidante e sinergizzante con gli altri antiradicali. Anche il consumo di verdure rosse, gialle, arancioni, e di frutti come la papaia l’acerola, se non reperibili freschi, va bene anche il consumo sotto forma di bevande, è fondamentale per fare il pieno di vitamina C. Poi fondamentale è il consumo di alimenti come il grano saraceno, la pappa reale, i cereali integrali e le nocciole, perché contengono la vitamina B5, la quale stimola i fibroblasti, cioè le cellule della pelle a rigenerarsi. 

Mentre per la cute, e per favorire il normale processo biologico di ristrutturazione di capelli e unghia, si consiglia di introdurre la vitamina H, la quale troviamo soprattutto nei pomodori, nei piselli, nei fagioli, negli spinaci e nelle noci. E ancora per assicurarci l’idratazione cutanea e un corretto apporto di acidi grassi essenziali, c’è bisogno di vitamina F, contenuta nell’olio d’oliva, nel ribes nero, nei vegetali a foglia verde, nello zafferano, nell’avena e nella frutta secca. Per chi ritiene che la dieta non basta, è possibile applicare delle creme o oli reidratanti, realizzati con elementi vegetali, a base di vitamina EF, utilissima a reidratare la cute sconfiggendo lo stress epidermico provocato dai raggi solari e dall’inquinamento. Il consiglio è spalmarsi giornalmente sul corpo, sulle unghie e sui capelli. Così facendo i risultati saranno ottimali, una pelle sana e il ritorno in città dalle vacanze non sarà più un disastro.

Melania De Cicco

pelle-sana cibi sani