Go Baby GOGORECORDS

Quest’estate si sentirà parlare di una nuova label musicale nella scena street style milanese: GOGORECORDS e Red Slow.

Milano non è lo stereotipo della nebbia, del fatturare e dell’aperitivo Campari alle 19:00. Milano è una città scintillante, soprattutto il sabato sera, per chi conosce il Rocket Club e la serata Akeem of Zamunda, luogo di ritrovo per amanti della scena hip hop internazionale e non solo. Ed è proprio qui, nello storico locale sui navigli, che nasce l’etichetta GOGORECORDS grazie a Massimiliano Ruffolo, proprietario del club e Cosimo Carlucci, in arte DJ Kosmi. Quest’ultimo è dj resident nella sala gogo room insieme al compagno Antonio Pelusio, aka Goldentrash; ve lo ricordate con i Power Francers e la nota canzone “Pompo nelle casse”?

Oggi li incontriamo per approfondire il loro progetto chiamato Red Slow.

È un piacere fare quattro chiacchiere con voi, dunque spiegateci meglio come vi è venuta l’idea di GOGORECORDS e Red Slow?

Golden/Kosmi: «GOGORECORDS è nata per creare della musica progettata intorno alla nostra serata di riferimento Akeem, promuovendo artisti affini a queste “vibes”, come per esempio Mama Marjas. Distribuiti da Warner Music Italia, siamo ufficialmente attivi da fine Marzo e l’idea di Red Slow si è sviluppata in maniera molto naturale, come duo suoniamo da parecchio tempo quindi abbiamo pensato di cominciare a produrre insieme. Il nome del nostro progetto è nato grazie al settaggio delle luci “Lento Rosso” che utilizziamo spesso nella gogo room, tradotto poi in “Red Slow” per donare un impatto sicuramente più effettivo e internazionale».

Come avete anticipato, la prima protagonista è Mama Marjas, come siete entrati in contatto con codesta fanciulla?

Golden: «Lascio a Kosmi la parola …»

Kosmi: «Conosco Marjas da tantissimi anni, è nata in un paese a pochi chilometri dal mio in Puglia. Ci siamo sempre stimati a livello musicale ma non avevamo ancora collaborato insieme, così prodotta quella base mi è sembrata la voce perfetta per quella sonorità».

Di certo ha una voce vibrante e profonda con uno stile tendente al reggae, cosa vi affascina di questa cultura?

Golden: «Quello che mi affascina di questa cultura è la purezza e l’energia che sprigiona senza l’utilizzo di brand di lusso o di gioielli. Il reggae trasmette una forza sovrumana utilizzando semplicemente la musica».

Kosmi: «Io sono cresciuto con uno dei Sound System più forti e storici d’Italia: l’I&I Project Sound, da loro ho imparato il calore di questa musica e quanto quei ritmi fossero coinvolgenti in una dancefloor. Un amore a prima vista a differenza di altri generi che mi sembrano senza anima».

Quindi è questo il genere musicale e di artisti che pensate di coinvolgere e produrre?

Golden/Kosmi: «Non è detto, il progetto è molto vasto e abbiamo qualcosa che uscirà solo a settembre. Non lo sveliamo, ma diciamo che non ci poniamo limiti»

E dove nasce l’amore per la musica?

Golden/Kosmi: «In generale per persone come noi che vengono da paesini di provincia del sud dell’Italia, la musica forse è quell’arma che permette di non abbandonarti alla solita routine della piazzetta priva di stimoli. Con la musica puoi esprimere un’identità, definire i propri gusti favorendo una mentalità più aperta e uno scambio di opinioni. Stai fisso in un punto come in cittadelle rurali e magicamente puoi trovarti a Parigi».

La domanda viene spontanea, vi hanno influenzato delle città in particolare?

Golden: «La Puglia dove sono nato, cresciuto e custodisco tutti i miei ricordi. Quando ero bambino i miei cugini mi portavano a vedere le dance hall in spiaggia e ciò mi ha segnato profondamente tanto da decidere di produrre musica».

Kosmi: «Credo anch’io di essere stato influenzato dai suoni caldi della Puglia, però come città cosmopolita con artisti pazzeschi dico New York».

Potete svelarci qualche progetto/evento futuro o siete scaramantici?

Golden/Kosmi: «Stiamo lavorando a delle collaborazioni insolite, fortunatamente la musica è in continua evoluzione, artisti mainstream e non stanno seguendo questa scia, perciò aspettatevi di tutto».

Riprendendo il testo “Maledetta Primavera” maledetta l’estate, cosa farete a parte la voglia di ballare prendere il ritmo e andare?

Golden/Kosmi: «Ci sono in programma alcune date djset con “Maledetta Primavera”, lavoreremo anche per le uscite di settembre e poi piccole ma meritate vacanze».

Brano Maledetta Primavera da ascoltare su Spotify: https://open.spotify.com/album/6Bvvpgqf9A4bD0fHciiJpd?si=qBMKUn1kRLWDY6-RURSMhA

Federica Pesce