Godot

Al Teatro Stabile di Roma®, con un cast d’eccezione, dal 16 al 18 Febbraio, va in scena una suggestionante rivisitazione della celebre opera di Beckett “Aspettando Godot”.

Come mai Godot non si è mai presentato all’appuntamento con Vladimir ed Estragon nella celebre opera di Beckett “Aspettando Godot”?
Godot è lo spettacolo che risponde a questa domanda e lo fa attraverso il volere del pubblico. Godot è uno dei personaggi più importanti e discussi della storia della letteratura teatrale: si fa soltanto aspettare, senza comparire mai. 

Godot in origine è un dramma associato al cosiddetto teatro dell’assurdo e costruito intorno alla condizione dell’attesa, venne scritto verso la fine degli anni quaranta e pubblicato in lingua francese nel 1952, cioè dopo la seconda guerra mondiale, in un’epoca post-atomica.

Ogni serata uno spettacolo completamente diverso, unico, deciso dalle suggestioni del pubblico presente in sala. 

Il ribaltamento tra il lasciarsi vivere di Vladimir ed Estragon diventa invece la caratteristica di Godot stesso. 

Tra gli attori, durante la prima, Jane Alexander: resa celebre al grande pubblico con il ruolo della temibile marchesa Lucrezia Van Necker in Elisa di Rivombrosa e con altre interpretazioni per la televisione come attrice, presentatrice e doppiatrice; Jane ha calcato le scene per la prima volta nella sua vita proprio quest’anno, con le produzioni del nuovo Teatro Stabile di Roma®. 

In scena poi Maria Beatrice Alonzi definita dalla AFP, agenzia di stampa internazionale, “La digital Artist Italiana”, attrice e regista riconosciuta per il suo impegno nel sociale, marketing strategist da 4 milioni di click, famosa per le sue interpretazioni, diventate virali, da milioni di views sul web, sia drammatiche (“Se l’amore fa male ora sai dove scendere”) che comiche (“Ho visto 50 Sfumature di Nero”, “Sesso&Calcio”, etc). 

Lo spettacolo è ideato e diretto da Giorgia Mazzucato, attrice, autrice e regista allieva, tra gli altri, di Dario Fo e Franca Rame, vincitrice con i suoi spettacoli originali di moltissimi premi nazionali e internazionali, tra i quali ricordiamo, lo scorso luglio, l’ambito Best & Outstanding International Artist al San Diego Fringe Festival 2017, San Diego, California. 

La Mazzucato, dopo essersi confrontata con altri grandi della storia del teatro, tra tutti Shakespeare e Brecht, è al suo primo incontro con il maestro Beckett. 

L’idea della regia dello spettacolo nasce dalla volontà di non riproporre un’altra messa in scena di Aspettando Godot, ma di prendere ispirazione dal capolavoro e guardarci attraverso, lasciandosi trascinare e immaginando nuove storie da vivere e ricordare, grazie all’interazione con il pubblico, che caratterizza molte delle produzioni del nuovo Teatro Stabile di Roma® 

Godot è una delle nuove produzioni della stagione 2017/18 del Teatro Stabile di Roma®, che, per quest’anno, ha scelto di affrontare grandi progetti nazionali ed internazionali.
Dopo il successo straordinario della prima, torna per tutta la stagione una volta al mese fino a maggio. 

Prossime date in programmazione:
23/24/25 marzo
6/7/8 aprile
25/26/27 maggio

Mariangela Cardillo

Mostra