Gramigna Bologna

Un primo piatto omaggio al capoluogo emiliano

Oggi parliamo di una specialità omaggio alla regione Emilia-Romagna e, in modo particolare, alla bellissima Bologna. Protagonista di questo primo sarà, infatti, la mortadella, un salume tipico della zona, presentato in due vesti diverse, in crema e a crudo, per esaltarne al meglio il sapore e per amalgamarlo alla perfezione agli altri ingredienti.

Ma non sarà solo la mortadella ad omaggiare il capoluogo emiliano: il formato di pasta utilizzato nella ricetta, infatti, è anch’esso tipico della zona, solitamente presentato con un ragù di salsiccia. In questo caso, la gramigna, qui in versione “paglia e fieno”, sarà vestita da una crema di mortadella e ricotta e resa ancora più gustosa e saporita dalla presenza dei pistacchi, tostati a dovere in padella, al fine di esaltarne il gusto.

Curiosi di assaggiare?

Buon appetito!

Ingredienti:

180g di gramigna, olio, sale, pepe q.b., 100g di mortadella a fette, 80g di ricotta, 20g di pistacchi non salati

Per prima cosa, lessare la pasta in acqua non troppo salata.

Nel frattempo, spezzettare metà della mortadella e unire la ricotta, un filo d’olio e una macinata di pepe, tritando il tutto con l’aiuto di un mixer fino ad avere una crema non troppo liquida.

Tagliare al coltello la restante mortadella e far tostare i pistacchi, tritati grossolanamente, in padella.

Scolare la gramigna al dente, condirla con la crema di mortadella e ricotta e completare con le striscioline di mortadella a crudo e con i pistacchi tostati.

Chiara Pirani