I Yoko

Un weekend per ricordare John Lennon

Amore, musica, politica, attivismo. Questi gli ingredienti della vita privata, forse non tanto, del duo John Lennon e Yoko Ono.

Li abbiamo conosciuti e amati, come cantanti, artisti e attivisti.

Insieme hanno costruito un pezzo di storia, non solo della musica: grazie alle loro battaglie politiche hanno più volte portato all’attenzione della società  temi contemporanei, attraverso il motto “Ognuno di noi è in grado di cambiare il mondo”.

Frase che, a primo impatto, può sembrar banale, ma che racchiude in sé grande potenza e speranza. I temi del cambiamento e della sua forza sono stati l’elemento fondamentale della vita di Lennon e Yoko. In queste poche parole vive l’intera filosofia della vita stessa della coppia. Il cambiamento è possibile, per ognuno di noi, nel nostro piccolo.

Questo motto è ciò che ha dato vita alla pellicola di “Imagine”; il film segue la nascita e la realizzazione in tandem con Yoko Ono dell’album di John Lennon, registrato tra il Regno Unito e gli USA. La pellicola è stata interamente rimasterizzata e negli Abbey Road Studios in Dolby Atmos e 7.1.

Attraverso le immagini di repertorio è possibile ripercorrere la vita dei protagonisti, sia nella realizzazione di una delle pagine di storia della musica, sia nel legame e nella complicità artistica e sentimentale di John e Yoko. Un’intera filosofia di ideali e passioni: tutto è racchiuso in queste immagini, che permettono di entrare nel processo creativo di “Imagine”, l’album-manifesto.

Il “cast” è stellare: ci sono apparizioni del Beatle George Harrison, dello showman Fred Astaire, di Jack Nicholson e di Andy Warhol, giusto per citarne alcuni. Inoltre, sono presenti, esclusivamente per il cinema, 15 minuti di contenuti inediti.

Sarà possibile in questi minuti osservare in studio John e la sua band (inclusi George Harrison, Nicky Hopkins dei Rolling Stones, Alan White degli Yes e il bassista Klaus Voormann, amico e fan dei Beatles) che eseguono “How Do You Sleep?” e “Oh My Love” in un mix appositamente creato per il Dolby Atmos sound surround “raw studio”, che pone lo spettatore al centro dello studio di registrazione, mentre la band suona dal vivo.

Un concerto privato, eseguito da alcuni degli artisti più importanti di sempre e da godersi comodamente sulla poltrona del cinema.

Questo evento speciale sarà nelle sale solo l’8-9-10 ottobre, per celebrare il compleanno di John Lennon, nato il 9 ottobre 1940. Questi saranno praticamente i John Lennon’s days, che vedono non solo l’uscita del film, ma anche la pubblicazione del libro “Imagine John Yoko” curato da Yoko Ono e edito in Italia da Edizioni L’Ippocampo. La Universal Music, invece, presenterà “Imagine: The Ultimate Collection”, dove verranno raccolti in box set di dischi tutti i brani più famosi della carriera solista di John Lennon.

Tutte le pubblicazioni, come il box set per esempio, sono state approvate e supervisionate da Yoko Ono, vera custode dell’amore e dell’arte di suo marito.

In tutti questi anni Yoko non ha mai lasciato John e John non ha mai lasciato lei. Non c’è niente di più romantico e di devoto che essere custodi di un amore ma, soprattutto, essere custodi, e forse anche un po’ gelosi, dell’immenso patrimonio musicale, storico e culturale, che John Lennon ha creato e ci ha lasciato.

Il film, che testimonia la creazione di una pagina fondamentale nella popular culture, concede allo spettatore la possibilità di poter riflettere su temi che sono più attuali di quanto si possa pensare, dispiegando le infinite possibilità dell’individuo di cambiare il mondo, mettendo in atto le potenzialità dell’immaginazione.

Claudia Matrisciano