Il patto dell’abate nero

Marcello Simoni, Il patto dell’abate nero, Secretum Saga, Newton Compton, 2018

In libreria è arrivato il secondo capitolo della Secretum Saga, il thriller storico quattrocentesco ideato dalla penna di Marcello Simoni, che anche stavolta cerca di non deludere i suoi lettori con questo nuovo romanzo.
La storia parte sempre dalla Firenze medicea, ma stavolta gli intrighi e la vicenda si svolgono nella cittadina catalana di Alghero, sulla costa nord-occidentale della Sardegna, per svilupparsi sul 41° parallelo, che unisce idealmente questo borgo medievale a Barcellona, fino ad arrivare alle aspre alture della Catalogna. Ritorna Tigrinus, il ladro non troppo gentiluomo, che stavolta dovrà indossare i panni mendaci di un uomo d’affari ed esporsi a rischi e trappole pericolose per recuperare un tesoro nascosto e di cui si sono perse notizie già dai tempi di Carlo Magno.
Simoni, già vincitore del 60° Premio Bancarella (2012), si conferma uno scrittore di successo per gli amanti del giallo storico e vanta titoli rimasti in classifica per diverse settimana e i diritti di traduzione dei suoi libri sono stati acquistati in diciotto Paesi, il che lo consacra fra gli autori italiani contemporanei più tradotti.
I suoi romanzi garantiscono una trama avvincente, veloce, moderna, nonostante l’ambientazione storica, personaggi ben tratteggiati e finali risolutivi ben congegnati.