Inghilterra, Scozia e Irlanda on the road

Un’esperienza unica tra natura, mare e panorami mozzafiato.

Il Regno Unito è tra le località più desiderate dagli avventurosi che amano respirare a pieni polmoni aria pura e fantasticare tra vedute mozzafiato, paesaggi selvaggi e strade a picco sul mare. Tante le sorprese che offrono questi posti, un po’ come evadere dalla realtà quotidiana in cui viviamo e rilassare corpo e mente.

Inghilterra, Scozia e Irlanda, tanto vicine tra loro quanto diverse culturalmente e paesaggisticamente.

Ma scopriamo insieme cosa si cela in tanta meraviglia e quali sono le mete ideali per navigare ed esplorare questi luoghi misteriosi.

La Scozia tra fauna selvaggia e castelli da fiaba

Le Highlands, situate nella parte settentrionale della Scozia, sono famose per gli amanti dell’outdoor e offrono percorsi naturali tra sorprendenti montagne, crociere e passeggiate culturali tra castelli e giardini lussuosi.

Tra i siti di notevole importanza citiamo il lago Ness (o Loch Ness), divenuto famoso per la sua creatura leggendaria che ci vivrebbe; i giardini di Inverewe, lussureggiante oasi tropicale e orto botanico, patrimonio storico nazionale e la penisola di Applecross con la strada più alta della Scozia che conduce in scenari remoti e panorami mozzafiato. Lungo il percorso che procede verso nord, Gairloch è il luogo giusto per una crociera alla scoperta della tranquillità e della fauna marina, dove è facile avvistare delfini, foche e squali.

Mentre, per i più romantici, meritano una visita il castello e i giardini di Mey per lunghe passeggiate e per fotografare paesaggi e tramonti suggestivi.

Una piccola curiosità: da non perdere la possibilità di ammirare la grandiosa aurora boreale che incanta questi luoghi, visibile in pochissime zone del mondo.

Itinerari da camper… e non solo. Scozia e Cornovaglia a confronto

Si può provare quel senso di libertà assoluta mettendosi al volante di un camper ed esplorando gli angoli remoti dell’Inghilterra e della Scozia tra castelli e città storiche o imbattendosi nella natura selvaggia della Cornovaglia.

Punto di partenza è Liverpool, famosa per i suoi musei e per i suoi spazi di relax tra negozi vintage e librerie proseguendo la serata davanti ad un buon drink nei locali caratteristici della zona.

Verso nord ci si imbatte nel Lake District National Park, con scenari naturali fantastici e, tappa imperdibile, Glencoe, ambientazione di film famosi come Braveheart e Skyfall, dove la calma la fa da padrona.

A poca distanza l’itinerario fa tappa a Stirling, ex capitale della Scozia, e ad Edimburgo, per sostare ed ammirare la sua arte e la sua cultura, famoso è il Castle Rock.

La Cornovaglia è invece ritenuta da molti la zona più bella dell’Inghilterra, situata all’estremità della penisola sud-occidentale della Gran Bretagna, riconosciuta come Nazione Celtica. È qui che si trovano villaggi di pescatori e luoghi famosi in tutto il mondo per leggende e storia.

I siti di interesse per i turisti sono, senza dubbio, Tintagel e i resti del castello di Re Artù (la leggenda narra che il sovrano della Britannia sarebbe nato qui), Land’s End, punta estrema verso ovest della Cornovaglia, St. Michael’s Mount, per le sue incredibili maree e Lizard, luogo di memoria marconiana (è proprio qui che Guglielmo Marconi effettuò la prima trasmissione telegrafica senza fili).

La vivace e suggestiva Irlanda

Non da meno è il paesaggio irlandese, con scogliere a picco sul mare, antichi centri storici, palazzi costruiti con pietre calcaree, musica folk e pub tradizionali dove scorrono fiumi di birra locale. Caratteristica dell’Irlanda è il suo clima variabile a causa della corrente del Golfo e dell’influsso dell’Oceano.

Kilkenny, piccola cittadina caratterizzata da palazzi medioevali edificati con pietre calcaree, e Kinsale, paese dai mille colori, tempio della gastronomia irlandese, meritano entrambe di essere esplorate.

Tra le città facilmente visitabili in un giorno c’è Cork, per molti la vera capitale dell’Irlanda, di un fascino straordinario che gode di una ricca popolazione di giovani; per ascoltare, invece, la migliore musica folk, uno dei posti più conosciuti è Doolin.

Non si può lasciare la penisola irlandese senza aver fatto tappa a Dublino, iniziando a percorrere la città partendo dal caratteristico Trinity College, passando per i giardini di St. Stephen Green, fino ad arrivare alla famosa St. Patrick Cathedral e al Dublin Castle. La serata può così concludersi sorseggiando una Guiness tra le vie di Temple Bar.

Il Regno Unito offre un’ospitalità non indifferente e sorprende i viaggiatori con la sua atmosfera tipica. La scoperta di questi luoghi incantevoli è tra le cose da non farsi mancare assolutamente.

Michela Brasiliano