Innovazione BIO

Fragile è l’ultima novità skincare per pelli delicate, un concentrato di innovazione e principi attivi nel massimo rispetto della natura

Parole quali Vegan, Cruelty Free e Bio, oggi sono sempre più presenti nel mondo del makeup e della skincare e gli stessi consumatori stanno acquisendo maggiore consapevolezza in merito a queste tematiche. Sono moltissime le piccole aziende, sia in Italia sia all’estero, che fioriscono e si affermano proprio grazie all’attenzione che pongono alla qualità del prodotto e al rispetto dell’ambiente. Non è un caso che negli ultimi anni, in aggiunta alle sempre presenti fiere del makeup, siano sempre più frequentati eventi dedicati nello specifico ai prodotti biologici, tra i più famosi sicuramente il Sana (Salone Internazionale del Biologico e del Naturale) in cui ogni anno aziende impegnate nella formulazione e produzione di prodotti naturali possono presentare le loro novità.
Proprio al Sana 2018 è stata lanciata Fragile, l’ultima novità in casa Purophi, una crema pensata, per l’appunto, per le pelli fragili, delicate e che tendono ad arrossarsi, che sarà in vendita dai primi di ottobre. Il brand Purophi, acronimo di Pure Organic Philosophy, nasce dalla volontà di esplorare nuove e potenziali sinergie tra mondo organico e inorganico, tecnologia e fisiologia, scienza e natura. Un marchio di bio-ecocosmesi biotecnologica che si pone l’obiettivo di riconsiderare l’idea di purezza proponendo, partendo dalla tradizionale cosmesi “verde”, ma attraverso un percorso di continua ricerca e sperimentazione, formulazioni ad alte prestazioni, efficaci, in maggiore equilibrio con l’ecosistema terrestre e cutaneo, senza elementi dannosi per la pelle e il pianeta.
Fragile si allinea perfettamente alla filosofia del brand, è infatti un prodotto vegan friendly ricco di ingredienti naturali e di agricoltura biologica (bioliquefatto enzimatico di rucola e fico d’india, acido glicirretico, estratto di zafferano, peptide di soia, vitamina E, olio di jojoba, burro di karité, olio di cocco). I bioliquefatti enzimatici sono il punto di forza dell’azienda: si tratta di principi attivi di ultima generazione, sviluppati in collaborazione con l’Università di Bologna; la formulazione è a base acquosa senza l’utilizzo di solventi organici o olio. Grazie a sistemi estrattivi specifici e diversificati per ogni vegetale, il risultato ottenuto è concentrato e garantisce la massima efficacia.
Inoltre proprio l’alta concentrazione di principi attivi presenti in Fragile permette alla formulazione di agire come cortison-like, donando sollievo alla pelle più fragile le pareti capillari sono protette, stabilizzando il microcircolo e donando sollievo alle pelli con couperose e irritazioni. La crema ha anche una potente azione anti-età e anti-inquinamento: stimola i fibroplasti per la sintesi di nuovo collagene, proteggendo la pelle da smog e polveri sottili, causa di irritazione e sensibilità cutanea. La profumazione è delicatissima ed ipoallergenica, a metà strada tra la rosa e il cotone, ed è dermatologicamente testata su pelli sensibili.
Sicuramente un prodotto nonché una linea cosmetica al passo con i tempi, sia in termini di innovazione sia di rispetto per l’ambiente.

Lucrezia Lauria Zirone