Jamil Shabazz e la sua New York anni ‘80

Tutte le facce della Grande Mela alla Galerie Bene Taschen di Colonia

Il 7 dicembre verrà inaugurata la mostra City Life del fotografo Jamel Shabazz, alla Galerie Bene Taschen, di Colonia, in Germania, che dalla sua fondazione nel 2011 si dedica alla promozione di fotografi e pittori di fama internazionale. Nelle trenta opere in esposizione, scattate fra gli anni Ottanta e i primi Duemila, Shabazz racconta New York, la sua New York, la città che lo ha visto nascere, crescere e fare le sue prime fotografie. E il suo racconto della Grande Mela degli anni Ottanta è unico e senza tempo.

Shabazz fotografava i giovani della sua città, nelle cui strade incontrava persone newyorkesi e non, di molteplici etnie e provenienti da ogni parte del mondo. I suoi ritratti non sono quasi mai rubati, i soggetti posano per lui in maniera giocosa, entusiasta. Le energie giovanili che si leggono nei volti e nei corpi dei suoi soggetti ci appaiono vive come allora. Attraverso le sue fotografie, Jamel Shabazz ha saputo conservare quell’impeto, quella forza e quell’entusiasmo che i giovani newyorkesi hanno condiviso con lui. Guardando quelle immagini oggi sembra quasi di poter sostituire i vestiti anni Ottanta con altri contemporanei, la vitalità con cui quei giovani posano per il fotografo ricorda quella degli adolescenti contemporanei, che condividono i propri selfie su internet. Il tempo può essere passato, i luoghi cambiati e le mode trascorse, ma l’energia e la forza dei suoi ritratti continuano a parlarci e quella vitalità che solo giovani e adolescenti hanno, è impetuosa in ogni luogo e in ogni tempo.

La città che ci mostra Jamel Shabazz non è la New York sfavillante dei film e neppure quella produttiva, che non dorme mai. I luoghi che attraversa non sono quelli dove vanno i turisti o i curiosi. Sui mezzi di trasporto o per le strade dei quartieri più poveri il fotografo va a cercare nelle pieghe della gigantesca metropoli americana, dove incontra lavoratori, giovani ragazzi e ragazze che la abitano e che la rendono unica al mondo. New York è un vero e proprio melting pot, un luogo dove chiunque può trovare la propria identità, dove può scrivere la propria storia e il proprio futuro. E di futuro parlano i suoi ritratti, il futuro pieno di speranza che si legge negli occhi sfacciati dei suoi soggetti. Un futuro che deve ancora succedere in quell’istante in cui ci guardano, attraverso il tempo, dalla carta stampata.

Le immagini di Jamel Shabazz oscillano in un limbo, sospese fra il glamour e la street  photography a sfondo sociale diventando in questo modo il ritratto dell’intera città, di quella New York ricca di contrasti, di storia, di storie, di crisi e di meraviglie.

City Metro

Fotografie di Jamel Shabazz

8 dicembre 2018 – 2 febbraio 2019

Galerie Bene Taschen

Moltkestrasse 81, 50764 Colonia, Germania

Merc – sab 13.00 – 18.00

INFO: info@benetaschen.com

www.benetaschen.com

 

Maria Pia Bevilacqua