“La Calle Grande” in mostra a Roma: il fenomeno della street art coinvolge la capitale

Il collettivo New Urban Dirty Art in collaborazione dal 27 ottobre al 27 novembre 2017 con lo ZArt Urban Studio di Roma.

NUDA – New Urban Dirty Art è il nome di un collettivo nato recentemente a sostegno della street art e della cultura di strada. Queste tre giovani artiste sono a Roma, presso lo ZArt Urban Studio, con una mostra che sostiene questo linguaggio artistico. Stencil art, poster art, sticker art, upcycling, handicraft e diverse forme d’arte di strada trovano così il modo di esprimersi in uno spazio alternativo, pari a quello metropolitano.

Oggi la street art è sempre più influente, soprattutto grazie al sostegno delle nuove generazioni che hanno fatto di questo stile un vero e proprio modello di vita. L’arte di strada è un fenomeno che coinvolge il contesto urbano in tutto e per tutto: colora i muri delle città e rappresenta la massima espressione di una forma d’arte democratica perché accessibile a tutti. La trasformazione della città attraverso la ricerca di un dialogo con l’arte è fondamentale per estenderne i limiti e la street art cerca di fare proprio questo. Mettere da parte un’idea di fare arte pensata per i musei e le istituzioni e lasciare che siano invece i contesti alternativi e più accessibili a tutti a diventarne il centro sperimentale.

Il titolo della mostra “La Calle Grande”, come ci racconta la curatrice Zaire Torrealba, è un’espressione tipica della cultura latino-americana che vuol dire “la grande strada”. Un luogo dove ci incontriamo, dove passeggiamo, dove cresciamo e ci conosciamo. Un luogo magico, capace di darci stimoli ed emozioni che attraverso la street art si trasformano in capolavori. 

Questa esposizione vede come protagonisti importanti artisti del panorama nazionale e internazionale, primo fra tutti Mimi The Clown, street artist francese conosciuto per i suoi interventi urbani che hanno come soggetto se stesso, abbellito da clown, spesso in compagnia di personaggi famosi. Poi i dipinti pop di Andrea Boriani, il “confuse cat” di BiBi Queen, C_Ska, Kokore, Km2,i quadri digital-pop di Fabio Gismondi, Carlo Gori, Daniele Romaniello e i lavori della pittrice Suri. In mostra anche l’artigianato artistico e l’upcycling di Cristian Cicerone, le creazioni di Angela Conte, di Nabaru e di MCCDesign. L’esposizione sarà accompagnata dal live piantino di NOA, noto street artist della scena romana. 

Sarà possibile visitarla solo su appuntamento.

Per prenotazioni: zarturbanstudio@gmail.com o 320 927 8197

Flavia Annechini

andrea boriani carlogori2 Fabio Gismondi_ PPP (80x80 su tavola) mimi the clown (16) Phobos1 (3)