L’arte under 35 firmata SetUp Contemporary Art Fair

Dal 1 al 4 di febbraio presso Palazzo Pallavicini di Bologna si svolgerà la 6a edizione di SetUp Conteporary Art Fair, la fiera di arte contemporanea che privilegia l’arte emergente.

“Art grows here” è lo slogan che riassume perfettamente lo spirito di SetUp Contemporary Art Fair 2018, giunta alla sua sesta edizione. Una frase che riassume al meglio l’intento di questa fiera, incentrata sui giovani talenti e le gallerie emergenti.

Le protagoniste di quest’anno saranno 34 gallerie di cui 27 italiane e 7 estere. #Project18, barcel-one, CUBO Gallery, EGGERS 2.0., Five Gallery, VILLA CONTEMPORANEA, Galleria La Linea, Set Espai d’Art, Paola Sosio Contemporary Art Milano giusto per citarne qualcuna. nonché un comitato scientifico di assoluto prestigio: Silvia Evangelisti, Anna e Francesco Tampieri, Elena Monti e Marco Ghigi. E’ previsto un premio che vuole valorizzare gli artisti e i curatori under 35 presentati dalle gallerie che avranno affrontato al meglio il tema dell’attesa, leitmotiv di questa edizione. L’attesa come visione del presente e presupposto per guardare al futuro con speranza, motivazione e cambiamento, tutti ideali che  l’arte contemporanea è in grado di affrontare. Il panorama artistico di oggi è pieno di giovani talenti che attraverso le loro opere cercano di predisporre le basi per il cambiamento, bisogna dare loro uno spazio e sostenere le nuove forme d’arte. Il nome stesso della fiera, setup (impostare), non è un caso. Dirigere l’arte contemporanea in un certo modo e attraverso una visione ben precisa, in grado di coinvolgere gli spettatori insegnando loro a guardare oltre, ad apprezzare anche la creatività più semplice. E’ su questi presupposti che la fiera ha chiesto agli espositori di presentare un progetto curatoriale in cui la visione del presente sia un’indagine dell’attesa intesa proprio come lettura del futuro verso l’arte. 

A proposito di cambiamenti anche la location non è da meno. Per questa edizione SetUo Contemporary Art Fair ha scelto di rinnovarsi, scegliendo come nuova sede Palazzo Pallavicini, dimora rinascimentale nel cuore della Bologna antica, confermando così il suo carattere di avanguardia rispetto ad altre manifestazioni fieristiche. Una struttura maestosa allestita per l’occasione: 13 stanze che accoglieranno 39 espositori, selezionati accuratamente per garantire un livello qualitativo delle proposte. Custodire nuove forme espressive in un contesto antico è una mossa vincente proprio per portare avanti l’ibridazione tanto cara ai sostenitori accaniti del panorama artistico attuale. Contemporaneo e passato si uniranno proiettandosi verso il futuro, creando una visione alternativa e unica per i visitatori. 

www.setupcontemporaryart.com

Flavia Annechini