MANI: manualità e armonia, una narrazione italiana

RvB Arts, galleria dell’Affordable Art romana: giovani artisti e piccoli collezionisti.

Fino a sabato 22 settembre a Roma è possibile visitare la mostra collettiva MANI, ideata dalla gallerista e curatrice Michele von Büren per la galleria di arte contemporanea RvB Arts, in via delle Zoccolette 28. L’esposizione raccoglie i lavori di diciassette artisti selezionati attentamente dalla curatrice, che ogni anno svolge un’attenta attività di scouting per proporre al pubblico giovani talenti o artisti emergenti.
La mostra MANI è solo la prima edizione di un evento pensato con cadenza annuale che, come in questa esposizione, vedrà ogni volta una selezione dei lavori degli artisti più rappresentativi dell’attività svolta durante l’anno dalla galleria RvB Arts.

MANI
è l’acronimo di Manualità, Armonia, Narrazione, Italiana, concetti e valori alla base della selezione di opere che Michele von Büren porta negli spazi della galleria. La curatrice, infatti, coinvolge artisti giovani o emergenti il cui lavoro si caratterizza per il recupero del mestiere dell’arte, delle tecniche artistiche tradizionali o minori legate all’immaginario, al gusto e alla cultura storicoartistica italiana. Le opere selezionate cercano di suscitare emozioni tramite l’uso di narrazioni capaci di coinvolgere un pubblico vasto e non necessariamente specializzato. Con questo progetto di lungo periodo, RvB Arts rinsalda la sua identità di galleria attenta alla tradizione artistica nazionale.

Per questo primo appuntamento del progetto MANI RvB Arts ospita opere di artisti già noti e di nuovi talenti, realizzate con approcci moderni e innovativi e con la frequente mescolanza di materiali e tecniche.
Proprio la manualità infatti caratterizza i lavori degli artisti selezionati: accanto a opere pittoriche, come quelle di Lorenzo Bruschini, Arianna Matta, Andrea Gallo e Lucianella Campagna, si trovano le sculture di Gianlorenzo Gasperini, i bronzi e le opere in pietra di Fantini, le figure in argilla grezza di Claire Piredda, le fotografie di Vera Rossi e Chiara Caselli e le opere di Bato, che ha chiuso di recente la sua personale Jungle proprio da RvB Arts.
Spiccano anche i lavori di artisti più noti, come le sculture e gli assemblaggi di materiali riciclati di Alessio Deli, le opere avvolte in resine industriali di Leonardo Blanco, le pitture dell’artista e Storico dell’Arte Massimo Pulini e quelle di Nicola Pucci, apprezzato da grandi collezionisti nazionali e internazionali. Vengono accostati in un unico percorso anche due giovanissimi talenti, il pittore Alessandro Scioldr e lo scultore napoletano Vittorio Iavazzo, che in occasione di MANI presenterà le sue inedite figure umane in cartapesta a grandezza naturale, realizzate appositamente per RvB Arts.

RvB Arts si propone come galleria romana per l’Affordable Art, l’arte contemporanea capace di attrarre un vasto pubblico, anche non specializzato, e caratterizzata da momenti di incontro aperti e informali. Per offrire un’atmosfera calda e accogliente la galleria condivide i suoi spazi anche con l’Antiquariato Valligiano, specializzato in arredi delle valli alpine caratterizzati da gusto rustico,  allegro e raffinato.

Questa modalità di incontro tra l’arte e il vasto pubblico nasce a Londra nel 1999 con l’Affordable Art Fair. Lo spirito dell’iniziativa è quello di promuovere un’arte contemporanea accessibile a tutti tramite il sostegno a giovani artisti emergenti e la diffusione capillare di opere d’arte, grazie a prezzi contenuti e abbordabili. Dalla fine degli anni Novanta la manifestazione si è ampliata, coinvolgendo numerose gallerie di tutto il mondo e portando gli appuntamenti anche in altre città europee, statunitensi e del sud-est asiatico. In Italia è Milano la città che ospita annualmente questa grande fiera, ma anche Roma ha saputo dare il suo contributo alla filosofia dell’Affordable Art proprio grazie all’attività della Galleria RvB Arts.

Maria Pia Bevilacqua