Resterà 3 il numero perfetto?

Da Vogue Italia a Vogue Arabia, un 2017 ricco di cambiamenti.

Anno nuovo, vita nuova!” sono queste le parole che ognuno di noi allo scoccare della mezzanotte ogni primo giorno dell’anno è solito esclamare, ma nessuno avrebbe mai pensato che l’intera famiglia Condé Nast avrebbe preso sul serio questo proverbio.

Lo scorso Gennaio abbiamo visto salire a bordo e prendere le redini di Vogue Italia Emanuele Farneti, il primo uomo a dirigere una rivista di questo genere, rivolta ad un target principalmente femminile – una decisione che ha fatto molto discutere.

Appena qualche mese dopo, notizia di qualche settimana, anche l’edizione inglese ha preso la stessa decisione, seppur in circostanze diverse, lasciando la guida di Vogue UK a Edward Enninful.

Ma, a quanto pare, i cambiamenti alla Condé Nast non spaventano minimamente, tanto da voler ‘rivoluzionare’ anche l’edizione – ancora neonata – di Vogue Arabia.

Nata lo scorso Ottobre è stata un uragano di novità. Il punto di partenza della rivista è stato quello di proporre l’intera ricca eredità che il Medio Oriente è in grado di offrire, preservando sempre uno sguardo sul futuro, attraverso uno stile lussuoso, ottimista e al tempo stesso contemporaneo.

5 Mesi dopo il lancio in chiave digitale, ha avuto seguito la sua prima stampa, proponendo una copertina rimasta tutt’altro che inosservata, come vogliamo ricordare, in cui prestava il suo volto la bellissima Gigi Hadid;

Spero che questo magazine mostrerà un altro lato del desiderio dell’industria della moda di accettare, celebrare e incorporare tutti i costumi e gli individui, così come di comunicare che esistono immagini e momenti della moda stessa a cui possono relazionarsi affermava Deena Aljuhani Abdulaziz, la principessa saudita che aveva preso in mano la direzione della rivista.

‘Aveva preso’, avete letto proprio bene; non penso ci siano parole migliori per introdurre l’ultima novità portata in casa Condé Nast – last but not list.

A partire dal prossimo 7 Maggio vedremo al comando di Vogue Arabia un altro uomo, il terzo nell’arco di pochi mesi – Manuel Arnaut.

Giovane che può vantare un’esperienza ormai decennale in Condé Nast, prima con Vogue Portogallo e in seguito con GQ Portogallo dove ne ha assunto la direzione, oltre a vedere pubblicati alcuni suoi lavori anche in Vogue e GQ Brasile.

Dopo aver iniziato la mia vita professionale a Vogue, e cresciuto divorando ogni sua pagina delle edizioni internazionali, sono profondamente onorato di aver l’opportunità di tornare a casa come guida di Vogue Arabia commenta il nuovo editor.

Non resta dunque che rimanere in attesa delle prossime novità e vedere in che altro modo la famiglia Condé Nast sarà in grado di stupirci!

Deborah La Guardia

promo_ManuelArnaut vogue-arabia