SENZA LANCIA CONTRO IL DRAGO

La lotta per diventare uomo.

Il nostro autore di oggi è Marco Lombardozzi: un qualunque ragazzo di provincia (la sua, Pesaro Urbino) che racconta. Che cosa racconta? Una storia, alcune inquietudini, delle battaglie. Le sue. Parte tutto da un passato tranquillo, da un’adolescenza piatta senza troppe ambizioni: dal desiderio dei genitori di costruirgli un futuro sicuro, anche contro i suoi, di desideri. A 19 anni, Marco consegue il diploma di ragioniere senza entusiasmo, ottenuto sforzandosi di conciliare le sue aspettative con le speranze dei suoi genitori. Orgoglioso figlio di un partigiano, ben presto però si rende conto che la strada che la famiglia gli sta indicando non è quella che egli vorrebbe percorrere; così, al lavoro ormai intrapreso di impiegato, Marco affianca la passione per la musica e per il canto, diventando cantautore.

E proprio mentre fa del cantautorato la sua arte, scopre il tesoro dei pirati: la letteratura. Dopo anni trascorsi sui libri di economia aziendale prima e sui bilanci, le fatture e la partita doppia poi, la letteratura gli appare finalmente come ciò che aveva sempre cercato. Lombardozzi sceglie i suoi autori, li studia, ne ricava un proprio stile: da questa dedizione nasce Senza lancia contro il drago, romanzo di formazione nonché suo primo romanzo.

La vicenda narrata è una vicenda di provincia, priva di quei “priapismi letterari”, cioè degli stili gonfiati con una scrittura pesante e artificiosa, che oggi vanno tanto di moda. Forse è proprio nella sua semplicità che la maggior parte del pubblico si ritrova: sono storie delle quali molti di noi si immagineranno protagonisti. Marco Lombardozzi si chiede: può un’obiezione di coscienza trasformarsi in un piccolo incubo? O può, allo stesso tempo, essere il viaggio verso la maturità e la consapevolezza di chi vuole davvero essere, o non essere? Senza lancia contro il drago fa riflettere sul tema del potere e del suo abuso nella quotidianità, ricordandoci che contro ogni ingiustizia (il drago ne è la rappresentazione metaforica) è lecito e indispensabile lottare: talvolta anche senza armi, solo con la forza delle proprie idee.

Per la pubblicazione del suo primo romanzo, Lombardozzi, che è originario di Fano, ha scelto la casa editrice Aras Edizioni di Pesaro e Urbino. Aras Edizioni è giovanissima, nata solamente nel 2008; ma negli ultimi anni il suo piano editoriale si è fatto preciso, tanto che è diventata una casa editrice universitaria. Una giovane produzione editoriale unita ad un giovane progetto di battaglia e di rinascita: ecco i motivi per i quali non potete assolutamente farvi sfuggire Senza lancia contro il drago.

Greta Favatà