Tutte le strade… riportano a scuola!

“Immaturi”, direttamente dal grande schermo questa volta si è trasformata in una serie tv da gustare comodamente sul divano di casa.

L’esame di maturità è come una porta che divide la vita reale dalla spensieratezza, una volta oltrepassata automaticamente alle nostre spalle ci lasciamo momenti e ricordi che ci hanno segnato durante i nostri anni più belli. Ti ritrovi fuori dall’edificio che per ben cinque lunghissimi anni è stata la tua seconda casa, con gli occhi malinconici ti ritrovi a guardarlo per l’ultima volta tirando un sospiro: finalmente è finita!

I primi amori, quei compagni diventati ormai come una seconda famiglia, le liti e i sorrisi, le consegne in bianco dei compiti e le interrogazioni da ‘impreparato’ che ti facevano tornare al banco con un 3 da collezionare sul registro… In un istante tutto finisce, le strade di ognuno si dividono e quasi per magia ti ritrovi a imboccare una nuova strada, anch’essa ricca di problemi da risolvere e soddisfazioni guadagnate con nuovi compagni d’avventura consapevole di dover ufficialmente rimboccarti le maniche per rimanere in piedi.

E se per uno strano scherzo del destino tutto ciò in un momento svanisse? Ciò che è stato costruito fino ad ora crollasse nel momento in cui l’esame di maturità venisse annullato? 

Su questo terribile inconveniente sarà lanciata da Mediaset una nuova serie televisiva, Immaturi – la serie, in onda a partire da venerdì 12 Gennaio su Canale 5 in prima serata. In seguito al successo ottenuto dai precedenti capitoli cinematografici diretti da Paolo Genovese, è stata realizzata una serie di 8 incredibili puntate, dirette da Rolando Ravello; il cast rimane quasi invariato, fatta eccezione per Raul Bova e Luisa Ranieri per i quali non è stata confermata la presenza.

Una commedia brillante e sentimentale che vede protagonisti un gruppo di quarantenni tornare tra i banchi di scuola, esattamente vent’anni dopo aver chiuso definitivamente i libri, facendo incontrare due generazioni opposte. Il loro ritorno riporterà in vita alcune incomprensioni abbandonate anni prima, oltre a riscoprire un legame che con il passare degli anni si era lasciato andare. 

Deborah La Guardia