Una finestra su Parigi

Ecco come la moda francese si presta a raccontare storie diverse.

Un logo fine e delicato presenta agnès b., il brand francese senza tempo nato a Parigi sotto le mani dell’omonima stilista durante gli anni Settanta. 

“Voglio creare abiti che possano essere indossati per tutta la vita” sono le parole che accompagnano il percorso nella moda di ogni sua collezione. Attraverso un perpetuo mix fra codici classici e streetwear, l’atmosfera non convenzionale si mantiene costante nell’esprimere con modernità e chiarezza la personalità di chi veste agnès b..

La Primavera/Estate del 2018 gioca sulla versatilità di capi che possono essere indossati indistintamente di giorno e di sera e per lungo tempo. Con comfort e armonia di abbinamenti, le composizioni sembrano quasi crearsi autonomamente e con grande varietà, come se volessero lottare contro l’ovvietà del fast fashion e la fugacità di certe tendenze.

È una collezione che si rivela sotto diversi argomenti comunicativi. 

Una ventata di vitalità leggera che porta la Primavera con un omaggio alla capitale francese: stampe fotografiche degli angoli più noti e affascinanti di Parigi riproposti come se si potesse osservarli da una finestra o da un balcone.

Un accenno alla riconoscibilità del mondo lavorativo con giacche in stile safari, abiti di cotone, tinture di beige, grigio e blu che ricordano il denim.

Un collegamento alle isole è immancabile, anche se proposte non come il classico luogo di villeggiatura, ma come ambiente incontaminato soggetto alla forza della natura. È un insieme di colori vividi, richiami a profumi speziati, di righe e fantasie scombinate. 

In ultimo, la schiettezza dei riferimenti al rock ‘n’ roll e al mondo underground attraverso la pelle, i lacci, le misure over, le borchie.

La stilista francese completa la moderna varietà della sua collezione concedendo l’intervento di artisti di diverse nazionalità che mettono la loro firma disegnando sui capi e per i capi.

Bertrand Loubé lascia spazio a grafismi bianchi e neri legati ad accenti vividi. I dipinti di Jonone sono riprodotti su un impermeabile giallo, Ikon si rivela attraverso un abito di jersey senza spalline. Let & Sowat personalizzano una gonna, mentre il retro di una lunga camicia nera è lo spazio ideale per i fantasmagorici disegni di Elzo Durt.

Arte e fotografia sono una passione che Agnès ha saputo trasformare in una fonte di ispirazione. 

La speciale energia creativa, lo stile parigino reso internazionale dagli accenti di contemporaneità e la genuinità di poter esprimere la propria personalità sono la storia senza tempo di questo brand. 

Nina Mulas