Una nuova idea di femminilità

Domenico Cioffi e la sua nuova collezione SS 2017, tra romanticismo e sensualità. 

Ci aveva lasciati con le sue iconiche cyber eroine dagli abiti in vernice rossa e pelli laminate oro e argento. Per la nuova collezione Spring-Summer 2017 invece, Domenico Cioffi si lascia travolgere dalla ricerca di una linea più romantica e sensuale.

Dopo gli studi allo Ied di Roma e dopo la creazione del suo brand personale nel 2012, la instancabile ispirazione di Domenico proviene sempre da colori e grafismi della cultura mediterranea, mixati a un’anima minimalista ripresa dai paesi del Nord Europa.

Nelle sue sorprendenti collezioni ritroviamo tutta la sua esperienza, maturata anche in campo internazionale durante i suoi studi, ma ogni volta a sorprenderci sono le sue innovazioni e il modo in cui riesce a far dialogare armoniosamente forme, tagli e colori.

Il suo obiettivo questa volta è la ricerca di una nuova femminilità, più poetica e sinuosa. Ecco allora le spalle scoperte, con scollature alla Bardot impreziosite da rouches o incorniciate da colletti maxi che arrivano a sporgere.

Le morbide bow-shirt di seta bianca sono abbinate a mini gonne di vernice dai colori tenui. Ci sono poi gonne lunghe con increspature o fatte a campana, presentate insieme a top bra che lasciano scoperto l’addome e propongono una nuova idea di sensualità, pur rimanendo innocenti.

E ancora i maxi dress bohemien a balze. E infine i mini dress in cotone realizzati come tributo a due artiste contemporanee australiane che si dedicano allo studio delle strutture della natura e della femminilità: Marie Hagerty e Marion Borgelt.

I colori della collezione spaziano da un rosso brillante a un rosa pastello che ricorda le porcellane di Capodimonte, dal tradizionale black and white a laminati e vernici d’oro o argentate.

Tutta la linea è attraversata da onde morbide che addolciscono la silhouette, ma poi spezzata dai colletti a camicia che incorniciano i top e gli abiti.

Domenico Cioffi ci delizia con una collezione ispirata agli abiti regali della tradizione napoletana, ma reinterpretati in chiave personale e del tutto innovativa. Immancabile cura e precisione contribuiscono a dare alle sue creazioni uno stile particolarmente sofisticato.

Cecilia Trezza