Viaggiare su un tappeto? Si può

Dalla Scandinavia all’Asia, la nuova collaborazione tra Carl Hansen & Son e Naja Utzon Popov ci conquista ancora.

Prendete una società scandinava che produce mobili da più di 100 anni e fatela collaborare con una giovane designer tessile danese, classe 1973.
Considerando le coordinate spazio – temporali dei due poli che andranno ad unirsi, l’incontro tra esperienza e innovazione sempre vincente, l’amore condiviso per le materie prime, il risultato non potrà che essere favoloso.

L’azienda in questione è la Carl Hansen & Son, nata nel 1908 ad Odense, in Danimarca, che  già nel 2016 ci aveva presentato una collezione di tappeti Woodlines, disegnata in collaborazione con la scultrice, designer di tessuti e ceramista danese Naja Utzon Popov. Realizzata a partire da un attento studio delle caratteristiche del legno, – elemento alla base del lavoro dell’azienda di mobili – l’artista danese aveva dimostrato di saper creare dei tappeti che si sposassero perfettamente con i pezzi d’arredo, tanto che la collaborazione si è ripetuta anche in questo 2017. Botanica e Oceania sono i nomi delle due collezioni che esprimono due universi diversi, dai design ovviamente differenti.

Botanica ha due tappeti, Midori e Kiri: entrambi modelli dai disegni organici e fluidi, richiamano la vita vegetale e le stampe dei tappeti ricordano i movimenti della danza tradizionale cinese, la flora giapponese e i giardini Zen tipici delle zone asiatiche. Il viaggio fatto dalla designer da Tokyo a Kyoto ha decisamente influenzato le sue creazioni, senza però oscurare completamente il bagaglio di vita di Naja Utzon Popov, che ha sicuramente ancora negli occhi i paesaggi scandinavi e le foreste danesi.
Due ambienti tanto diversi del mondo si incontrano in questi tappeti dal design  dinamico,  la natura fornisce forme, colori, strutture e tessuti che si ispirano sia all’Asia che alla Scandinavia.

Anche Oceania anche ha due modelli, Coral e Seabed, che richiamano però l’ambiente marino. Il primo ci rimanda sicuramente alla Barriera Corallina, mentre il secondo alla sabbia asciutta, ai paesaggi costieri.

L’approccio ai colori è in entrambe le collezioni molto giocoso: a dominare sono il verde, il grigio fumo, il beige, colori neutri che si accostano perfettamente ai mobili presentati da Carl Hansen & Son, rendendo la collezione elegante e molto sofisticata.
I materiali utilizzati sono la lana e tencel sostenibile tratto dalle fibre del faggio, ed è proprio il secondo dei due a dare quell’effetto morbido e setoso che contrasta con l’effetto, invece, opaco dato dalla lana.
Il dialogo tra i tappeti e i mobili è riuscito, anche nei materiali. La collaborazione, ancora una volta, è vincente. Alla nostra casa non manca più niente.

Giorgia Lanciotti

Naja_Utzon_Popov_Portrait Wegner_CH25_oak-soap_NUP006_Kiri_green Wegner_CH318_oak-oil_CH88_beech-naturalwhite_canvas154_NUP007_seabed_dark-gray Wegner_CH327_oak-oil_CH23_oak-oil_oak-walnut-oil_NUP008_coral_jade-green