Viaggio mistico tra forme, colori e grafiche

La “mente curiosa” di Ti-Baeg

La collezione autunno/inverno 2017 Ti-Baeg, da sempre caratterizzata da linee sciolte e naturalmente drappeggiate attraverso l’uso delle stampe, ci porta verso una dimensione mistica, quasi surrealistica.

Gonne a tubino, jeans e pantaloni scampanati apparentemente semplici e poco innovativi, sono accompagnati da morbide pellicce dai colori caldi, come l’azzurro, il marrone chiaro, il bordeaux ed il porpora e da cappotti e trench, blu navy e verdi pavone o meglio “green peacock”.

Siamo di fronte alla combinazione di dettagli molto delicati, oserei dire soffici e colori ricchi di elementi grafici che trasmettono quasi una sensazione di tenerezza.

I capi spalla ed i soprabiti, grazie alle loro linee, si drappeggiano naturalmente sulla silhouette, e tutte le pellicce monocolore sono arricchite da particolari.

Sono i dettagli a fare la differenza.

Le grandi tasche la fanno da padrone in questa collezione, stampate con immagini e colori tenui, oppure realizzate con pellicce a fasce colorate o con grafiche allegre.

I colori principali sono il blu navy, le sfumature di viola e porpora ed il verde;  i tessuti maggiormente utilizzati sono le pellicce, la lana e il jeans, che si mischiano e combinano tra di loro.

L’obiettivo di Ti-baeg è di trasportarci in una dimensione parallela, come se volesse far viaggiare la nostra mente in un’atmosfera di pace e serenità, trasmettendoci un senso di sicurezza e di calore.

Ecco, quindi, che su alcuni capi appare chiara la scritta “Mind”, quasi a ricordare che è una “mente curiosa” quella che fa viaggiare e trasporta l’intera collezione.

Gli outfit sono accompagnati da pochi ed essenziali accessori: orecchini pendenti, sneakers e stivali o tronchetti di pelle rigorosamente color porpora, verde e cuoio.

La sensazione che abbiamo è quella di una donna eterea e mistica, che indossa semplici cardigan a collo alto, jeans e gonne, ma che allo stesso tempo nutre un forte desiderio di protezione, di morbidezza e calore ben rappresentato da cappotti, pellicce e giacche.

Al contempo vuole essere una donna anche forte ed unica e può dimostrarlo attraverso quei particolari evidenti ed efficaci come tasche, drappeggi e scritte, che non passano di certo inosservati.

Sofia Venturini del Greco