PRINT BI-ANNUAL MAGAZINE

Editor in Chief: Micaela Morganelli
micaela.morganelli@switch-magazine.net

Creative Director and Photo-Editor: Anna Breda
anna.breda@switch-magazine.net

Fashion Editor: Anna Neretto
anna.neretto@switch-magazine.net

Beauty Editor: Martina D’Andrea

ONLINE MAGAZINE

Editor in Chief and Creative Director: Micaela Morganelli

Fashion Editor: Fabiana Potenza

Beauty Editor: Gabriele Brunelli

Proofreader: Stefano Matina

Switch Magazine nasce nel 2010 dall’idea della giornalista Micaela Morganelli che ne diventa in poco tempo Direttore Responsabile. La rivista nel 2019 passa da mensile a semestrale e subisce un radicale cambio di prospettiva grazie al nuovo team creativo guidato da Anna Breda – Direttore Creativo e Anna Neretto – Fashion Editor. Un nuovo magazine dedicato alla moda, alla fotografia e alle arti visive per un progetto di ricerca, raffinato e fresco.
Switch Magazine was born in 2010 from the idea of ​​the journalist Micaela Morganelli who soon became the Editor in Chief. The magazine becomes biannual in 2019 and marks a radical change in perspective under a new creative team lead by Anna Breda – Creative Director and Anna Neretto – Fashion Editor. A new magazine dedicated to fashion, photography, culture and visual arts, with refinement, research and a new fresh touch.

Siamo molto sensibili alle tematiche ambientali.
Al fine di ridurre l’impatto ambientale delle nostre attività e garantire una maggiore eco-sostenibilità del nostro lavoro, seguiamo quotidianamente delle buone pratiche di green economy.
E QUINDI?

Via la plastica!

Dal 2018 i nostri magazine non vengono più imballati in film protettivi, la distribuzione è indipendente e diretta, poiché consegnamo solo ai nostri rivenditori ufficiali, limitando così emissioni inutili di CO2 dei trasportatori.
Le copie invendute non vengono eliminate ma inviate per eventuali rifornimenti ad altri nostri punti vendita o destinati all’e-commerce.
In un momento in cui il Pianeta grida aiuto, crediamo e siamo consapevoli che seppure minimo il nostro impegno è di sostegno alla causa.