Da grandi donne derivano collezioni di classe

La collezione invernale di Mariana Jungmann si lascia ispirare dalla forza dell’attivista americana Rosa Parks

è sempre più alto il numero di stilisti e designer di moda che decidono di ispirarsi a figure storiche, più o meno conosciute, di epoche recenti e non. Donne forti e capaci di lasciare un segno, affascinanti per il loro essere anticonformiste ma soprattutto dotate di grande stile, forse perché, come diceva Yves Saint Laurent,Nel corso degli anni ho imparato che ciò che è importante in un abito è la donna che lo indossa”.

Per la collezione Autunno Inverno 2018, Mariana Jungmann prende ispirazione dalla storica icona Rosa Parks, attivista statunitense e simbolo della lotta per i diritti civili, una donna che ha avuto il coraggio di opporsi ad una discriminazione ingiusta.

Il risultato è una fusione tra elementi del guardaroba degli attivisti americani e la moda predominante tra gli anni Sessanta e Settanta. Capi comodi, gonne lunghe, bluse, tute e felpe con il cappuccio. La palette di colori utilizzata comprende il senape, il nero carbone, l’oro champagne, il bianco e il grigio, con qualche tocco di magenta, probabilmente per far emergere la grinta e la femminilità di una donna che ha combattuto per i propri diritti. I materiali usati sono cotone, pile, lana e velluto a coste, talvolta arricchiti da sottili dettagli in paillettes.

La qualità è indiscussa, così come la sostenibilità, infatti tutti i pezzi del brand sono realizzati a mano con tessuti provenienti da materiali riciclati; inoltre le parti avanzate dal taglio, rigorosamente laser, vengono donate alle scuole locali e a progetti sociali, così da poter essere riutilizzate e trasformate.


Da sempre affezionata ai concetti di sostenibilità e slow fashion, e all’idea di un perfetto mix di artigianato e tecnologia, la designer Mariana Jungmann ha fondato il proprio brand giovanissima, aggiudicandosi l’onore di rappresentare, con la sua collezione di laurea, il London College of Fashion durante la London Fashion Week 2014. In breve tempo è riuscita ad avere un successo internazionale comparendo su riviste del calibro di Vogue, Elle e Glamour. Chissà quali saranno i prossimi traguardi…

Lucrezia Lauria Zirone